BENTORNATI!

E’ l’augurio che vorrei rivolgere a tutti quanti, tutti coloro che stanno rientrando da un periodo di vacanza e ricominciano a pensare ai lunghi mesi di lavoro che hanno di fronte. Vorrei rivolgermi proprio a tutti, siano Capi Azienda, Imprenditori, Manager, Specialisti, Operai. E vorrei anche far scorrere le mie riflessioni su ogni tipo di età, fattore che non conta quasi più all’interno della società liquida. Certamente le prospettive sono differenti, ma credo che i comportamenti possano avere molti punti in comune.

Torniamo in Azienda con occhi nuovi: siamo molto inclini ad utilizzare schemi e ad applicarli costantemente, per rassicurarci, per autoconvincerci di conoscere il contesto in cui operiamo. E’ vero, a grandi linee qualcosa conosciamo, ma qualcosa è sicuramente cambiato ed è in continuo divenire. Dunque cerchiamo di cogliere quanto non abbiamo visto fino ad ora, anche un particolare cui non avevamo dato importanza, l’atteggiamento modificato di un collega, una persona che avevamo trascurato. Tentiamo di iniziare da capo i rapporti, privi di preconcetti e abitudini.

Osiamo di più: tiriamo fuori le nostre idee, quelle che abbiamo sempre tenuto nel cassetto, esprimiamo senza timori anche il nostro dissenso, evitiamo di fare i pecoroni per paura di perdere qualcosa. Facciamoci conoscere per la bellezza che ci anima, per tutte le innovazioni che siamo in grado di apportare.

Se non ci troviamo bene all’interno di un’Organizzazione, di un’Azienda, di una Istituzione, cambiamo! Sì, è vero, non è per nulla semplice trovare un altro posto di lavoro, ma non è neppure impossibile. Forse è peggio subire un clima negativo o una situazione di stallo, di non crescita, che guardarsi allo specchio e confessare a se stessi che quell’esperienza è giunta al suo termine naturale. Non vi sto consigliando di essere affrettati o superficiali, ma di avere sempre il massimo rispetto per la vostra identità e specificità.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: